Benvenuto nel Laboratorio Bibliografico di Libriliberi


Libriliberi

Libriliberi è una Cooperativa femminile a mutualità prevalente nata a Bolzano nel 2009. Il personale di Libriliberi è costituito dal 90% da donne e il 100% di esse opera negli organismi dirigenti.
Questo fa sì che vi sia sempre un’attenzione alta e costante verso le problematiche di conciliazione lavoro/famiglia, garantendo sempre la massima flessibilità tra impegni lavorativi e familiari.
Libriliberi impiega personale altamente specializzato, flessibile, con esperienza pluriennale, (laureati in Conservazione dei beni culturali, settore archivistico-librario e storico-artistico nel percorso di studi triennale, quadriennale e specialistico) così da poter garantire competenza, creatività e continuità in ogni situazione specifica, e coordinato da responsabili con esperienza pluriennale. La Cooperativa è in grado di offrire alle biblioteche pubbliche e private molteplici servizi, grazie anche alla conoscenza dei principali software in uso nelle diverse biblioteche: inventariazione, catalogazione e prestiti, catalogazione e classificazione di materiale documentario antico e moderno secondo le norme italiane e gli standard internazionali di descrizione bibliografica, consulenza all’utenza (con attività di reference digitale, reference approfondito e quick reference); gestione utenti (iscrizione, prestito; inter library loan).


Un'ontologia per l'ALTO ADIGE

Lo scopo del progetto è stato quello di creare un’ontologia per l’ALTO ADIGE. Grazie ad prima accurata fase sullo studio di fattibilità abbiamo potuto definire le modalità per raggiungere obiettivi realizzabili e soluzioni economicamente sostenibili, abbiamo elaborato un piano a breve e medio termine e un avanzamento per tappe e abbiamo potuto calcolare un preventivo di spesa relativo alle risorse umane e tecnologiche, necessarie alla realizzazione del progetto. Successivamente abbiamo proceduto con l’Analisi del dominio “ALTO ADIGE” per la creazione di un’ontologia e ciò ci ha permesso di modellare l’ambito dell’ontologia definendo la mappa dei percorsi. Dapprima abbiamo elaborato una task ontology e in un secondo tempo una domain ontology. Successivamente abbiamo indicato i principi e le caratteristiche del linguaggio di indicizzazione del Nuovo Soggettario, normalizzato i record della rivista Atesia Augusta nel catalogo collettivo ITPBZ - Biblioteche dell'Alto Adige - Bibliotheken Südtirols, analizzato tutte le stringhe di soggetto, generato la base dati e definito in maniera operativa la struttura ontologica con il supporto informatico di Koha, una soluzione di automazione open source attualmente fra le più avanzate ed economiche sul mercato. Koha si è rivelato un ottimo strumento: un ILS open source estremamente funzionale, poiché supporta standard e linee guida del settore: Z39.50, SRU e SIP2, memorizza i dati dei record MARC21 con tag XML fornendo accessi rapidi.
In Koha abbiamo quindi “lavorato” i dati originari, precedentemente in sintassi UNIMARC, trasformandoli nel formato MARC21 e adeguandoli alla normativa catalografica RDA.
Il risultato del nostro progetto è stato totalmente soddisfacente, in quanto è stata predisposta la prima ontologia per l’Alto Adige, in forma di tesauro, concepita per diffondere e valorizzare un archivio di soggetti controllati, creato secondo norme internazionali da mettere a disposizione della cooperazione.
Da giugno 2018 la Cooperativa Libriliberi di Bolzano ha reso il progetto dell'ontologia consultabile gratuitamente.


Log in to your account:
powered by Keidos srls - Via A.Barducci, 3 Sesto Fiorentino (FIRENZE) - tel +39055 3921460 - tech@keidos.it

Powered by Koha